topinfo

claim_top

Il portale delle vacanze in campagna

Tu sei qui

Peschiera Borromeo

galleria_immagini

corpopagina

II castello di Peschiera Borromeo è il più antico possedimento dei Borromeo in Lombardia. Di esso si ha notizia nel 1422 quando Filippo Maria Visconti, duca di Milano, da facoltà a Vitaliano Borromeo di fortificare la "Peschiera", complesso rurale già di proprietà dei frati negri, monaci agostiniani. Dieci anni dopo il Borromeo ottenne il permesso ducale per costruire "fossato, ponte levatoio e porta nel palazzo detto la Peschiera". Sorse così, da un preesistente complesso edilizio, il castello, nelle forme che ancora oggi possiamo vedere, con mura, torri, rivellino e grande fossato; edificio fortificato unico del genere in Lombardia per le sue torri rotonde, inusuali nella nostra regione, ridotte in parte durante la dominazione spagnola. Il castello fu sede strategica di Francesco Sforza tra il 1448 e 1450, durante le operazioni militari per la conquista del ducato milanese e più tardi ebbe a soggiornarvi Luigi XII re di Francia, ospite dei Borromeo, una delle più illustri famiglie patrizie milanesi arrichitasi con l'attività bancaria. Fu proprietà personale di San Carlo Borromeo, che sin da giovinetto ebbe a passarvi i periodi estivi, come anche suo cugino, il "cardinal Federico" di manzoniana memoria. Fu restaurato verso la fine del XVI secolo da Renato Borromeo, fratello del cardinale Federico, assumendo il definitivo aspetto." L'edificio del castello si presenta ai visitatori con la snella torre centrale, quattro torri angolari e un fossato pieno d'acqua che circonda l'intera costruzione. Vi si accede attraverso la porta della torre centrale e ci si immette nell'ampio quadrato cortile, verde per l'edera che ravvolge. Un lato del cortile è a portico, con nove arcate sorrette da 10 colonne mentre su un altro lato vi è la cappella gentilizia, fatta costruire da Renato Borromeo nell'insieme dei lavori di ristrutturazione. Essa è un piccolo mirabile edificio chiesastico, ricco d'affreschi cinquecenteschi d'ottima fattura, messi in risalto dai restauri voluti dal conte Giancarlo Borromeo nel 1927. L'interno del castello è tutto da ammirare: l'originale scalone che conduce al piano superiore, ancora intatto dopo cinque secoli dalla sua costruzione; il magnifico salone d'onore con il camino in pietra e le otto figure simboliche contenute in una cornice ottagonale. Poi una sequenza di stanze e sale, dipinte con festoni, stemmi e motti araldici, paesaggi e case e castelli di proprietà dei Borromeo, tra cui il dipinto di Arona e l’isola Bella sul Lago Maggiore. La maestosità della costruzione, la sua posizione, isolata ed immersa nel verde agricolo, fanno del castello di Peschiera un edificio di particolare e rara bellezza.

Testo right

via XXV Aprile, 1

20068 Peschiera Borromeo (Mi)

Tel. 02.516901

www.comune.peschieraborromeo.mi.it

immagineprincipale

form right

mainsponsor

titolo_news_home

Newsletter

Iscriviti adesso alla nostra newsletter
Per restare aggiornato su tutti gli eventi e novità del 2015

Newsletter

Footer

Una strada, mille destinazioni

Comune di Paullo - Via Mazzini 28 - 20067 Paullo (MI)

footerinternalbot

© Copyright 2015 - Paullese Route 415 - Tutti i diritti sono riservati

Powered by Weblitz Srl